Indice   FAQ  
Iscriviti  Login
Indice RouterOS RouterOS

Primi approcci con routerOS

Tutto su questo sistema operativo linux based - Configurazioni, dubbi, problematiche &....

Primi approcci con routerOS

Messaggioda OSmike » mer 10 lug 2019, 8:53

Ciao,
Sto cercando di acquisire delle conoscenze più approfondite in merito al networking e ho letto vari articoli, visto tutorial e letto un paio di libri sulla materia. Tanti passaggi mi sono adesso chiari, su molti altri purtroppo ho ancora le idee confuse. Bon, faccio quello che posso, non sono un professionista del settore e non credo che lo diventerò mai. Mi appassiona la materia però, e almeno per il momento, mi accontento anche solo di "fare cose".

Mi hanno consigliato di passare un po' alla pratica giusto per capire meglio come funzionano effettivamente le cose, per poi approfondire all'occasione anche la teoria quando c'è la necessità di affrontare delle nuove problematiche e trovare soluzioni. Per questo alcuni conoscenti mi hanno fatto il nome della Mikrotik e del suo routerOS che, stando a quello che dicono è una soluzione completa e adatta per sperimentare e mettere in pratica ciò che di volta in volta ho voglia di studiare sul networking.
ok. Vorrei passare alla fibra, visto che ora è disponibile anche nella mia zona, e pensavo di collegare al modem-router TIM (o Vodafone, devo ancora decidere) un router Mikrotik. In pratica vorrei utilizzare il dispositivo dell'operatore solo come modem e per il servizio telefonico a casa e il resto per tutte le altre funzioni usare il mikrotik con il suo routerOS per la gestione della mia rete casalinga (fatta di un altro paio di pc, AP ecce cc)
Per evitare di fare casini (anche ad amici e parenti che si affidano a me per quel poco che ne so più di loro :lol: ) sto cercando di capire almeno in linea di massa il sistema routerOS e ho scaricato la versione chr-6.44.3 che ho montato su macchina virtuale giusto per prendere confidenza con l’interefaccia piuttosto complessa se confrontata a quella dei router “normali” casalinghi.

Prima di tutto vorrei capire la procedura corretta che porta a disabilitare le funzioni di routing del modem del gestore e ad abilitarle sul routerOS.

Ho letto per l’occasione questo articolo:
http://belgiriccardo.blogspot.com/2016/ ... r.html?m=1

Più o meno ho capito l’approccio ma ho dei dubbi anche di natura teorica sulla questione del bridging (oltre alla questione del modem di cui sopra).
Forse le domanda vi sembreranno un po’ stupide, ma perché è necessario fare il bridging? So a cosa serve un dispositivo bridge teoricamente, ma perché “unire” le interfacce nel router? Pensavo che fossero già comunicanti di default. Cosa succede se non si fa il bridge? Dove viene indirizzata la connessione internet che arriva dal modem ad esempio.
Come punto di partenza penso possa bastare. Poi magari aggiusto il tiro in base alle vostre risposte.
Grazie

Ps: potete indicarmi guide o videotutorial per iniziare a sperimentare qualcosa con RouterOS su macchina virtuale?
OSmike
Mikrotik Curious User
Mikrotik Curious User
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mar 9 lug 2019, 22:26
Uso routerOS dalla Versione: v6.x

Re: Primi approcci con routerOS

Messaggioda OSmike » gio 11 lug 2019, 8:33

nessun accenno di risposta? :-(
OSmike
Mikrotik Curious User
Mikrotik Curious User
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mar 9 lug 2019, 22:26
Uso routerOS dalla Versione: v6.x

Re: Primi approcci con routerOS

Messaggioda jerrino77 » gio 11 lug 2019, 11:14

Il bridge è una specie di interfaccia "virtuale" (non è proprio così in effetti) che aggrega tutte le porte fisiche del dispositivo, o almeno quelle che decidi tu, per fare in modo che diventino una sola interfaccia. A quel punto sul bridge puoi impostare un indirizzo, un DHCP server oppure un client, puoi decidere se assegnare la connessione in ingresso ad una porta e farla "uscire" dalle altre, oppure puoi assegnare tutte queste cose ad ogni singola porta per "sezionare" la tua rete. Tutti i dispositivi router domestici in commercio hanno già impostato il bridge su tutte le porte, im modo che quando colleghi un dispositivo ad una qualsiasi delle porte sia già possibile vederlo in rete. Riguardo la connessione con il modem del provider, colleghi una porta del Mikrotik al router, la imposti come DHCP client poi metti il DHCP server sul bridge, con le dovute regole di route e di firewall. Ovviamente sul router del provider, metti in DMZ la porta del router
Avatar utente
jerrino77
Mikrotik-User 7° Liv
Mikrotik-User 7° Liv
 
Messaggi: 122
Iscritto il: gio 26 mag 2016, 22:52
Uso routerOS dalla Versione: v5.x

Re: Primi approcci con routerOS

Messaggioda radiation » gio 11 lug 2019, 12:20

OSmike ha scritto:nessun accenno di risposta? :-(


Secondo me non è molto corretto questo tuo atteggiamento. Nessuno è pagato a cottimo per stare sul forum


Prima di tutto vorrei capire la procedura corretta che porta a disabilitare le funzioni di routing del modem del gestore e ad abilitarle sul routerOS.


Ci sono diversi modi. Dipende dal tipo di modem. Alcuni supportano la PPPoE passthrough senza fare nulla; altri hanno proprio la modalità bridging da abilitare; altri ancora nessuna delle due e si mette in DMZ il Mikrotik oppure con NAT 1:1


Più o meno ho capito l’approccio ma ho dei dubbi anche di natura teorica sulla questione del bridging (oltre alla questione del modem di cui sopra).


Nei sistema operativo RouterOS ogni interfaccia può essere LAN, WAN, isolata ecc ecc. Per cui si usano i bridge per "associare" una o più interfacce. Ad esempio un apparato da 24 porte può averne 12 su una LAN e altre 12 su un'altra LAN. Oppure di queste 24 porte 20 sono su un bridge per la LAN e le altre 4 vengono utilizzate per gestire 4 WAN da connessioni differenti.
Diciamo che non c'è una regola.....dipende anche dall'hardware utilizzato in quanto con il bridge si usa l potenza del processore; se l'hardware offre il chip per lo switch è meglio demandare ad esso le funzioni di switching
Andrea
Avatar utente
radiation
Staff rosIT
Staff rosIT
 
Messaggi: 454
Iscritto il: mer 11 dic 2013, 19:00
Uso routerOS dalla Versione: v3.x
Certificazioni Mikrotik: MTCNA, MTCWE
Preferred Training Centre: Nimwave

Re: Primi approcci con routerOS

Messaggioda chico00 » gio 11 lug 2019, 12:35

radiation ha scritto:
OSmike ha scritto:nessun accenno di risposta? :-(


Secondo me non è molto corretto questo tuo atteggiamento. Nessuno è pagato a cottimo per stare sul forum



qui pretendono risposte invece di studiare come abbiamo fatto tutti.
bah
:censored:
chico00
Mikrotik-User 10° Liv
Mikrotik-User 10° Liv
 
Messaggi: 31
Iscritto il: mer 8 feb 2012, 9:48
Uso routerOS dalla Versione: v2.9.x
Certificazioni Mikrotik: Tutte
Preferred Training Centre: Io

Re: Primi approcci con routerOS

Messaggioda OSmike » gio 11 lug 2019, 22:29

chico00 ha scritto:
radiation ha scritto:
OSmike ha scritto:nessun accenno di risposta? :-(


Secondo me non è molto corretto questo tuo atteggiamento. Nessuno è pagato a cottimo per stare sul forum



qui pretendono risposte invece di studiare come abbiamo fatto tutti.
bah
:censored:


Qui nessuno pretende niente. Evitate di inventarvi le cose, per piacere. Era soltanto un UP. E poi chi ti ha detto che non sto studiando? Studio e faccio quello che posso su una materia che è ben lontana o ha pochissimo a che fare con i miei impegni quotidiani. Ovviamente ciò fa si che non posso dedicarci il tempo che vorrei e anche quel poco che imparo di volta in volta capita pure di dimenticarmelo. Questo ancora a sua volta inevitabilmente mi porta ad avere dei buchi su un campo della conoscenza vasto e che richiede dedizione.
Infine, in linea di massima, la tua risposta varrebbe per tutti e tutto su qualsiasi forum.
Se è solo una questione di studio si dovrebbe rispondere come hai fatto tu a tutte le domande e i forum non avrebbero più senso di esistere. Buona giornata
OSmike
Mikrotik Curious User
Mikrotik Curious User
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mar 9 lug 2019, 22:26
Uso routerOS dalla Versione: v6.x

Re: Primi approcci con routerOS

Messaggioda OSmike » gio 11 lug 2019, 22:54

jerrino77 ha scritto:Il bridge è una specie di interfaccia "virtuale" (non è proprio così in effetti) che aggrega tutte le porte fisiche del dispositivo, o almeno quelle che decidi tu, per fare in modo che diventino una sola interfaccia.


Ok. E qui ci siamo.

A quel punto sul bridge puoi impostare un indirizzo

Un indirizzo IP. Come un host qualsiasi? Perché? Non mi è tanto chiara questa cosa

Riguardo la connessione con il modem del provider, colleghi una porta del Mikrotik al router, la imposti come DHCP client poi metti il DHCP server sul bridge, con le dovute regole di route e di firewall. Ovviamente sul router del provider, metti in DMZ la porta del router


Il DHCP client sulla porta del Mikrotik collegata al modem serve per acquisire allora l'IP pubblico direttamente dal provider ?

Una cosa che mi preme sapere e che a voi potrà sembrare molto probabilmente scontata è cosa avviene esattamente sulla porta che riceve la connessione internet, diciamo, dal provider ?
1)Se a questa porta non si connette un'interfaccia (sia essa anche wireless) la connessione rimane lì presente ma inutilizzata?
2)Se la voglio allora "distribuire" devo indicare l'interfaccia (wifi, un'altra interfaccia fisica o il bridge se le collego tutte insieme)?
3)Se quindi non si fa il bridge la connessione può essere fisicamente distribuita solo un'interfaccia per volta, quella collegata alla porta che riceve la connessione?

Lo so che le domande non sono tante chiare, ma c'è qualcosa di questo bridge che mi sfugge e che non mi permette di formulare adeguatamente la domanda: magari riesco ad aggiustare il tiro con le vostre risposte e il vostro aiuto.
Grazie
OSmike
Mikrotik Curious User
Mikrotik Curious User
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mar 9 lug 2019, 22:26
Uso routerOS dalla Versione: v6.x

Re: Primi approcci con routerOS

Messaggioda OSmike » gio 11 lug 2019, 23:06

radiation ha scritto:Secondo me non è molto corretto questo tuo atteggiamento. Nessuno è pagato a cottimo per stare sul forum

Scusami, ma mi sembra un po' esagerata come risposta. Per la miseria era solo un UP. Neanche io sono pagato a cottimo quando rispondo su altri forum su questioni differenti. Lo faccio solo quando mi va e ho tempo. Nessuno mi obbliga.


Ci sono diversi modi. Dipende dal tipo di modem. Alcuni supportano la PPPoE passthrough senza fare nulla; altri hanno proprio la modalità bridging da abilitare; altri ancora nessuna delle due e si mette in DMZ il Mikrotik oppure con NAT 1:1

Il DMZ in quei casi disabilita automaticamente anche il DHCP?

Nei sistema operativo RouterOS ogni interfaccia può essere LAN, WAN, isolata ecc ecc. Per cui si usano i bridge per "associare" una o più interfacce. Ad esempio un apparato da 24 porte può averne 12 su una LAN e altre 12 su un'altra LAN. Oppure di queste 24 porte 20 sono su un bridge per la LAN e le altre 4 vengono utilizzate per gestire 4 WAN da connessioni differenti.
Diciamo che non c'è una regola.....dipende anche dall'hardware utilizzato in quanto con il bridge si usa l potenza del processore; se l'hardware offre il chip per lo switch è meglio demandare ad esso le funzioni di switching


In linea di massima quali sono i vantaggi di separare le LAN con il bridge piuttosto che con le VLAN?


Vabbè, ho capito che routerOS è un sistema abbastanza complesso che bisogna studiare per bene e perderci del tempo. Sto cercando di capire se può fare al caso mio prima di acquistare un dispositivo Mikrotik.
Grazie e ciao
OSmike
Mikrotik Curious User
Mikrotik Curious User
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mar 9 lug 2019, 22:26
Uso routerOS dalla Versione: v6.x



Torna a RouterOS

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti